Quali fattori influenzano lo sviluppo cognitivo nei neonati?

Lo sviluppo cognitivo – lo sviluppo del cervello – è spesso associato a capacità intellettuali, ma include anche la memoria e lo sviluppo sensoriale. Anche se molti genitori sono interessati al modo in cui la genetica colpisce i loro neonati, l’ambiente colpisce fortemente lo sviluppo cognitivo di un bambino. I bambini cresciuti in ambienti arricchiti e coinvolgenti si sviluppano in modo più rapido rispetto ad altri bambini e possono avere elevati livelli di intelligenza come adulti.

Stress ambientale

In genere, i neonati che vivono in famiglie con uno status socioeconomico basso si sviluppano più lentamente e hanno risultati meno favorevoli rispetto ad altri bambini, secondo il libro di testo “Child Psychology”. Questi bambini possono essere esposti a cattivi alloggi e malnutrizione. I genitori di questi neonati possono essere fortemente sollecitati e possono lavorare più posti di lavoro, il che potrebbe comportare meno tempo da spendere con i loro figli. I genitori che trascorrono meno tempo con i loro figli hanno meno probabilità di leggere, parlare e di impegnarsi con i loro neonati. I fattori spesso associati alla povertà possono influenzare lo sviluppo cognitivo dei neonati. Allo stesso modo, i neonati che vivono in famiglie disfunzionali – indipendentemente dallo stato socioeconomico – si sviluppano più lentamente di altri bambini.

Sviluppo sensoriale

Le abilità cognitive relative alla visione e all’udito possono sembrare sviluppi naturali alla maggior parte delle persone del mondo industrializzato. Tuttavia, queste competenze richiedono la pratica e l’esposizione all’entrata sensoriale. I bambini privi di questa stimolazione sensoriale potrebbero non svilupparsi regolarmente. Quando gli occhi o le orecchie dei bambini devono essere coperti a causa di malattie o quando i bambini sono tenuti in ambienti scuri e silenziosi, le loro capacità sensoriali non possono svilupparsi regolarmente. I bambini esposti a varie attrazioni e suoni, tuttavia, possono sviluppare ulteriori competenze. Ad esempio, l’esposizione precoce alla musica sembra correlarsi con il più tardi interesse per la musica, secondo “Child Psychology”.

Nutrizione

La nutrizione, in molti casi, sembra influenzare fortemente lo sviluppo cognitivo di un bambino – anche prima della sua nascita. I neonati che ricevono proteine ​​inadeguate, ad esempio, possono avere uno sviluppo più lento sia nell’utero che dopo la nascita, secondo il neurologo Lise Eliot. Inoltre, i bambini di nutrizione di alta qualità ricevono da allattamento con i punteggi più alti di IQ più tardi nella vita, secondo diversi studi riportati da Eliot. I bambini cronicamente malnutriti spesso si sviluppano più lentamente di altri bambini.

Stimoli

L’arricchimento ambientale può influenzare fortemente lo sviluppo cognitivo di un bambino. I bambini i cui genitori leggeranno e parlano spesso tendono ad avere migliori vocabolari e sviluppano abilità come la lettura e il parlare in precedenza. Viceversa, la televisione – anche i programmi educativi – può avere un impatto negativo sullo sviluppo dei bambini. L’American Academy of Pediatrics raccomanda che i bambini sotto i 2 anni non dovrebbero guardare alcuna televisione e che, dopo questa età, l’esposizione televisiva dovrebbe essere limitata. I genitori interessati ad aumentare le capacità intellettuali dei loro bambini dovrebbero esporre i loro bambini a vari giocattoli e stimoli, compresi blocchi, lettere da gioco, libri e bambole.

La genetica è particolarmente importante nello sviluppo di neonati con disabilità allo sviluppo e problemi sanitari. I problemi di salute genetica possono limitare l’accesso di un bambino a stimolanti ambienti, ritardando il suo sviluppo intellettuale. I bambini con disavanzi intellettuali geneticamente basati sono limitati nelle capacità di sviluppare alcune abilità. Gli ambienti precoci di intervento e di nutrimento possono compensare alcune di queste difficoltà.

Genetica