Tre posti dove i carboidrati sono immagazzinati nel corpo

I carboidrati sono la fonte di combustibile più efficiente del tuo corpo, ed è l’unica fonte di carburante per alcuni tessuti vitali come il cervello e le cellule del sangue. Pertanto, il tuo corpo ha modi di memorizzare i carboidrati che mangi per un uso futuro. Questi negozi di carb sono particolarmente critici per situazioni in cui il corpo non dispone di una rapida fornitura di zuccheri semplici – ad esempio dopo un brusco di notte – o se stiate bruciando combustibile ad un tasso elevato, ad esempio durante l’esercizio ad alta intensità. Il tuo corpo contiene carboidrati sotto forma di glicogeno nel fegato e nei muscoli. Inoltre, il vostro corpo converte i carboidrati in eccesso per essere immagazzinato nei tessuti adiposi.

La digestione e l’assorbimento dei carboidrati

La vostra dieta è costituita da carboidrati semplici e complessi. I carboidrati semplici, come quelli dello zucchero a tavola bianca, sono costituiti da una o due molecole di zucchero, mentre i complessi carboidrati presenti in grani interi e patate hanno fino a un milione di molecole di zucchero. Gli enzimi che si secretero nella tua saliva rompono i complessi carboidrati in semplici molecole di carboidrati a due zuccheri in bocca. Il vostro pancreas e il piccolo intestino secernono anche gli enzimi per rompere ulteriormente i carboidrati a due zuccheri in carboidrati monociclo. Le cellule nel tuo piccolo intestino assorbono questi zuccheri nel flusso sanguigno, dove viaggiano verso i muscoli, il fegato, il cervello e altri tessuti del corpo per fornire un carburante efficiente per la funzione cellulare. Gli zuccheri non immediatamente necessari vengono conservati per un uso successivo.

Glicogeno al fegato

Il glicogeno immagazzinato nel fegato serve principalmente a mantenere i livelli di zucchero nel sangue durante un brusco di notte. I cambiamenti nei livelli di zucchero nel sangue attivano o disattivano determinati ormoni come l’insulina, il glucagone e l’adrenalina per segnare gli enzimi per stimolare la sintesi o la rottura del glicogeno, a seconda dello stato del carburante. Ad esempio, un basso livello di zucchero nel sangue dal digiuno durante la notte provoca elevato glucagone, insulina ridotta e alta epinefrina per aumentare la rottura del glicogeno per mantenere il glucosio nel sangue e fornire i tessuti con carburante. In alternativa, l’elevato glucosio nel sangue da un pasto ad alto contenuto di carboidrati aumenta l’insulina, che attiva gli enzimi di sintesi e immagazzinamento del glicogeno.

Glicogeno muscolare

La maggior parte della quantità totale di glicogeno nel tuo corpo esiste nel tuo muscolo. A differenza del glicogeno del fegato, la rottura del glicogeno muscolare non aumenta in modo specifico a causa della digiunazione. Invece, la rottura del glicogeno muscolare aumenta in risposta alla domanda di muscoli per ATP, o adenosina trifosfato, per l’energia cellulare. La domanda è particolarmente elevata durante esercizi ad alta intensità come il sprint o il sollevamento pesi, che possono utilizzare solo carboidrati per il carburante. Tuttavia, i livelli di insulina elevati da un pasto ad alto contenuto di carboidrati aumentano l’assorbimento di glucosio nel muscolo, che aumenterà la sintesi dell’ATP, riduce la domanda di energia delle cellule muscolari e consente agli enzimi di sintesi di glicogeno di formare glicogeno.

Carboidrati conservati in tessuto grasso

Inoltre, alcune molecole intermedie nel metabolismo del carb possono essere convertite in grasso e conservate in tessuto adiposo. Dopo aver assorbito carboidrati da zucchero nel flusso sanguigno, i tessuti devono distruggere ulteriormente lo zucchero in ATP, una forma di energia che le cellule possono utilizzare. Questo processo coinvolge molteplici reazioni enzimatiche nei mitocondri. A seconda della quantità di energia necessaria, alcune delle molecole intermedie di questo processo potrebbero essere trasportate e trasformate in trigliceridi nel tuo tessuto grasso. Se le vostre esigenze energetiche sono basse e la fornitura di zuccheri è alta – per esempio, se si guarda la TV e mangia diversi bar di caramelle – gli zuccheri supplementari potrebbero iniziare a passare attraverso il processo di rottura, ma alla fine saranno trasportati e conservati come tessuti di grasso.